Chirurgia Epatobiliare

Che cos’è la chirurgia epatobiliare?

La chirurgia epatobiliare dedica la sua attenzione al trattamento chirurgico legato alle malattie che interessano il fegato e le vie biliari e del pancreas.

Che patologie tratta?

La chirurgia epatobiliare si occupa del trattamento di:

Le neoplasie epatiche sono in progressivo aumento negli ultimi anni e molti tumori benigni del fegato evolvono fino a diventare maligni. D’altra parte, invece, i tumori del pancreas endocrino sono molto rari.

La resezione epatica ed il trapianto di fegato costituiscono la base della terapia chirurgica, mentre altri trattamenti includono embolizzazione dell’arteria epatica, chemioterapia, radiofrequenza ecc. Le quattro resezioni epatiche classiche sono:

  • Lobectomia epatica destra
  • Lobectomia epatica sinistra
  • Trisegmentectomia epatica destra
  • Segmentectomia sinistra

Nel fegato non cirrotico è possibile asportare circa il 70% del parenchima con una mortalità operatoria inferiore al 5%.

Il trattamento chirurgico dei tumori della testa del pancreas, invece, può essere palliativo con semplice derivazione biliare, o radicale con una duodenocefalopancreasectomia (più raramente una duodenocefalopancreasectomia totale). L’intervento di duodenocefalopancreasectomia prevede l’asportazione totale o subtotale del duodeno, l’asportazione della testa e dell’istmo del pancreas, della colecisti e del coledoco.